Ricerca avanzata
abbiamo trovato 0 risultati

Le tue ricerche

VENDERE per RICOMPRARE CASA: come farlo e senza intoppi

Postato da Salvi Immobiliare sas del Geom. Salvi Alessio e C.
| 0

La situazione in cui oggi si trova la maggioranza delle persone che decidono di cambiare casa è questa: vogliono comprare un’abitazione nuova ma, per farlo, devono vendere necessariamente prima la loro in cui abitano.

E’ difficile effettivamente trovare dei venditori che hanno a disposizione liquidità per un nuovo acquisto senza usufruire del ricavato dalla vendita.

Quasi tutti, hanno case gravate da un mutuo che non hanno ancora finito di pagare e, normalmente, intendono spostarsi in un’abitazione più grande che, quindi, ha un prezzo di acquisto ancora più elevato.

Ad esempio, avevano preso un bilocale che per una coppia giovane va benissimo, ma poi è arrivato un figlio e non ci stanno più perché gli spazi a disposizione sono troppo ridotti.

Mettici anche che, rispetto a quando avevano comprato, il mercato immobiliare è cambiato e la casa che avevano pagato fior di soldi, oggi gli viene valutata circa un 20-25% in meno. …

Se anche tu ti ritrovi in questa situazione sicuramente non facile da gestire, ti dico subito: TRANQUILLO, NON DEMORALIZZARTI, CHE RIGUARDA TUTTI O QUASI I VENDITORI E NON E’ IMPOSSIBILE DA RISOLVERE…ANZI!!!

In questi casi, il dilemma di quasi tutti e forse anche il tuo immagino sia questo:

Devo PRIMA VENDERE o PRIMA COMPRARE casa?

  • SE VENDO PRIMA => ho a disposizione una somma per poi ricomprare, ma se non trovo niente che mi piace nel tempo che mi viene messo a disposizione dal mio acquirente, devo liberare casa mia ed essere, magari, costretto ad andare in affitto?
  • SE TROVO PRIMA LA CASA CHE MI PIACE => ma non posso acquistarlo, o se riesco a dare la caparra, rischio di perderla se non vendo casa mia prima del rogito

La parola chiave per uscire da questa situazione è: ORGANIZZAZIONE DI VENDITA.

Il tutto va gestito bene sin dall’inizio: ossia dal momento in cui decidi di mettere in vendita la tua casa.

La vendita e l’acquisto di una casa richiedono un grande impegno, soprattutto se fatte contemporaneamente: per questo, io e i miei collaboratori ci sediamo a tavolino con il venditore in modo tale da fornirgli le idee più chiare possibile e gli illustriamo passo-passo gli STEP per vendere-riacquistare SENZA rimetterci nulla e in piena tranquillità.

E’ fondamentale affidarsi a un consulente immobiliare specializzato che segue quotidianamente questo tipo di situazioni che ti possa supportare in tutte le varie fasi e possa analizzare insieme a te la fattibilità dell’operazione ed i reali vantaggi che ne possano derivare.

Ecco un elenco degli STEP da seguire per vendere e ricomprare in tutta sicurezza: 


1 – VALUTAZIONE DELLA TUA CASA AL NETTO DI TUTTE LE SPESE

Non stancherò mai di ripeterlo quanto sia importante fare una valutazione CORRETTA DELLA TUA CASA.

In questo caso risulta ancora più importante attribuire il giusto prezzo al tuo immobile non solo per riuscire a venderlo nel breve periodo ed evitare che questo si svaluti, ma anche per stabilire in modo chiaro quale sia il tuo BUDGET di spesa.

Mi spiego meglio.

La prima cosa che devi fare è capire cosa ti resta dalla vendita della tua abitazione tramite una VALUTAZIONE SERIA, REALE E OBIETTIVA DELLA TUA CASA al netto di tutte le spese.

Quali spese?

  • estinzione del mutuo gravante sulla tua casa;
  • eliminazione degli eventuali vincoli presenti sulla tua abitazione;
  • sistemazione dei documenti necessari alla compravendita;
  • provvigione dell’agenzia;
  • varie ed eventuali.

Devi compiere, in pratica, un’operazione matematica:

VALORE DELLA TUA CASA – SPESE = SOMMA NETTA A DISPOSIZIONE PER LA TUA CASA


2- VAI IN BANCA PER UN EVENTUALE MUTUO PER IL RIACQUISTO

Una volta capito la somma netta che puoi ricavare dalla vendita della tua abitazione ma devi fare un mutuo per l’acquisto del nuovo immobile, QUELLO CHE DEVI FARE, è di andare subito in banca per chiarire bene le idee sul budget di spesa effettivo.

E’ importante, infatti, sapere sin da subito quanto puoi spendere per la tua casa nuova e quanto la banca è disposta a finanziarti per il nuovo acquisto.


3- STABILISCI DOVE e COME DEV’ESSERE LA TUA NUOVA CASA

Una volta stabilito quanto puoi spendere per ricomprare, definisci con precisione la ZONA in cui ti piacerebbe abitare e la TIPOLOGIA DI CASA (bilocale, trilocale, villetta, etc..) che cerchi nonché le sue caratteristiche (più o meno recente, il piano, con giardino o senza, in contesto condominiale o meno, etc).

Con l’aiuto del tuo consulente immobiliare, prova a vedere se ci sono delle soluzioni che potrebbero fare al caso tuo, per sapere già più o meno su cosa indirizzarti in fase di ricerca.

Anche questo step non è da sottovalutare: prima di passare alla vendita della tua casa, è meglio sapere se sono presenti degli immobili che rispondono alle tue esigenze.

Non ti dico di individuare esattamente la casa che vuoi ma, se non ci fosse nulla sul mercato idoneo al tuo budget o alle tue necessità, è necessario rivedere SUBITO la zona o le caratteristiche di quello che vuoi comprare per non rimanere totalmente spiazzato nel caso in cui vendessi nell’arco di pochissimo tempo la tua casa.


4 – METTI IN VENDITA LA TUA ABITAZIONE

A questo punto, puoi mettere in vendita la tua abitazione al prezzo congruo di mercato, come individuato in fase di valutazione.

Io e i miei collaboratori usiamo tutti gli strumenti a disposizione per pubblicizzarla al meglio al fine di cercare di attirare SOLO QUELLE PERSONE IN TARGET CHE VOGLIONO E POSSONO COMPRARE LA TUA CASA (lettere di vendite, campagne adwords, remarketing, etc…) e vendere la tua abitazione nel più breve tempo possibile.


5 – Nel frattempo: CERCA LA CASA CHE FA PER TE

Una volta che hai tutto ben chiaro, NON DEVI ASPETTARE DI VENDERE CASA TUA PER RICOMPRARE.

Se vedi un’abitazione che ti piace, puoi bloccarla, vincolando l’acquisto alla vendita di casa tua.

In pratica stipuli una proposta di acquisto condizionata alla vendita della tua abitazione.

Chiaramente devi avere a disposizione la liquidità necessaria al versamento della caparra, che però NON può essere incassata dal proprietaro di casa ma deve essere trattenuta dall’agenzia fin quando non si stipula il definitivo preliminare di vendita solo dopo che hai venduto casa.

In questo modo, nel caso in cui, entro il termine indicato nella proposta di acquisto, tu non sia ancora riuscito a vendere casa tua, non perderai nulla: ti verrà restituita la caparra e sarai libero da ogni vincolo.

Considera che generalmente il proprietario di casa essendo una proposta vincolata quella che andrai a fare, non si legherà a te per 4-5 mesi, ma per un tempo limitato che potrebbe variare dai 45-60 giorni, comunque dipende da situazione a situazione..


6 – HAI TROVATO L’ACQUIRENTE di casa tua e la NUOVA CASA da comprare: come ti devi organizzare?

A questo punto dovrai fissare gli atti di compravendita di vendita e acquisto presso lo studio notarile: chiaramente qualche giorno prima dovrai procedere alla vendita di casa tua, con conseguente estinzione del mutuo e cancellazione della relativa ipoteca e poi all’acquisto della nuova casa.


Se ti ritrovi in questa situazione e hai paura di affrontare un cambiamento simile, con questo articolo spero di esserti stato utile e se hai bisogno di una CONSULENZA PERSONALIZZATA PER VENDERE CASA senza nessun impegno, puoi chiamarmi al numero 030.2500718, oppure puoi venire a trovarmi nel nostro ufficio a Borgosatollo, in Via Ugo Foscolo 2.

Ti auguro una buona vendita!

Alessio

PS: Se vuoi scoprire il modo sicuro per vendere casa e NON IMPAZZIRE, ti invito a leggere questo articolo: https://www.salvi-immobiliare.it/il-modo-sicuro-per-vendere-casa-e-non-impazzire/

PPS: Se hai qualche dubbio, vuoi un chiarimento oppure desideri raccontare tua esperienza a riguardo, puoi farlo lasciandomi un commento qui sotto e ti risponderò il prima possibile.


Rispondi

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.