Ricerca avanzata
abbiamo trovato 0 risultati

Le tue ricerche

Prima di rifiutare una proposta di acquisto pensaci bene, ecco perchè…

Postato da Salvi Immobiliare sas del Geom. Salvi Alessio e C.
| 2 commenti

offerte acquisto casa a BresciaStai cercando di vendere casa e sei in dubbio se accettare una proposta d’acquisto che non è perfettamente in linea coi tuoi sogni?

In questo articolo ti do alcuni suggerimenti per capire come valutare in modo adeguato (al momento che viviamo!) il tuo immobile, per non trovarti con un pugno di mosche a forza di rifiutare offerte che non corrispondono alle tue aspettative.

Per vendere casa con soddisfazione, devi trovare il miglior compromesso fra le tue aspettative e la realtà del momento!

Vendere casa oggi non è certo un affare garantito come poteva esserlo dieci anni fa o poco meno.

Il mercato immobiliare negli ultimi anni ha visto un calo costante e sostenuto, sia nel numero delle compravendite sia nei prezzi d’acquisto.

Questo grafico dà decisamente l’idea:

Dati Immobiliare.it |

Anche le previsioni per i prossimi anni effettuate da istituti come la Banca d’Italia lo dicono chiaramente: i livelli di affari raggiunti negli anni a cavallo fra 2004 e 2008 non torneranno (MAI) più, perché in quegli anni di boom del mercato immobiliare giocarono un ruolo fondamentale le banche, che concedevano mutui molto più vantaggiosi di quelli attuali permettendo anche ai venditori di gonfiare un po’, in certi casi, i prezzi delle case.

Ma le banche, com’è noto, sono state il centro propulsore della crisi e da molti punti di vista lo sono ancora.

Risultato: i mutui al 100% sono già un relitto del passato, nessuno ci pensa neanche più!

Per questo motivo, ti conviene meditare bene prima di dire di no a una proposta d’acquisto che magari non è perfettamente in linea con ciò che sognavi, o quanto credi che in un mondo ideale dovrebbe valere il tuo immobile.

Alla lunga accettare un prezzo leggermente più basso oggi potrebbe significare guadagnare comunque molto di più rispetto a domani.

Ovviamente nel caso che tu la casa voglia veramente venderla, perché ce n’è, eccome, di persone che mettono una casa in vendita senza avere cognizione di causa, solo per vedere se magari un loro sogno si avvera!

Come fare allora per capire il giusto valore del tuo immobile?

La cosa più saggia che tu possa fare, se desideri vendere casa, è farti valutare l’immobile da persone competenti e serie.

Non accontentarti del primo parere dato al volo dal primo agente immobiliare che passava per caso!

Fai molta attenzione, ci sono agenzie immobiliari che pur di accaparrarsi l’immobile da vendere, fanno una valutazione ben al di sopra del valore di mercato.

Mi è capitato recentemente, di valutare un appartamento a Brescia in Via Chiusure di proprietà di amici di famiglia che da più di un anno volevano vendere.

Una nota agenzia in franchising, che lavora con un sistema di provvigioni “quello che prendo in più è tutto mio” ha pensato bene di valutare e proporre questa abitazione a 170.000,00 euro, a dispetto di un reale valore di mercato che si aggira attorno agli 80-85000 euro.

=> Come funziona questo sistema di provvigioni?

In pratica ti promettono di farti guadagnare la cifra che TU desideri, in questo caso 140.000,00 euro e tutto quello che viene in più è guadagno dell’agenzia.

Non ci sarebbe niente di male se non che queste agenzie creano dei danni enormi a chi vuole vendere perchè pur di guadagnare la loro cifra, NON TI VENDONO LA CASA!!!

Nello specifico su questo appartamento ci volevano guadagnare la bellezza di almeno 30.000,00 euro di provvigioni solo dal venditore.

E’ un giochino che non sempre gli va bene, ma capisci che a queste agenzie immobiliari, di te e delle tue esigenze NON gli importa proprio niente.

Oltre ad aver fatto una valutazione completamente distorta dal mercato reale, poi hanno iniziato ad applicare la politica del ribasso chiedendo ai proprietari di abbassare le loro pretese mantenendo però il loro margine di guadagno intatto!

… e vuoi sapere come è finita?

I proprietari hanno perso 1 anno di tempo con 2-3 visite di clienti improbabili e dopo aver ascoltato i nostri consigli sono riusciti a piazzare l’appartamento a 84.000,00 euro (che era il suo reale valore di mercato) in 3 mesi da quando questo è stato proposto con il nuovo prezzo.

Quindi, richiedi un parere a più agenti, e valuta SOPRATTUTTO anche la metodologia di lavoro con cui lo formulano, per capire se sono seri oppure no.

Una volta ricevute le tue valutazioni, chiaramente non è detto che le proposte d’acquisto che riceverai siano necessariamente allineate al valore.

Potrebbero anche essere leggermente inferiori.

Quello della proposta d’acquisto non allineata è uno dei momenti più difficili nella vita di un venditore, perché sei a un bivio, effettivamente: che faccio, accetto o vado avanti?

E come nel famoso gioco delle scatole di Rai 1, non è mica detto che se vai avanti otterrai una ricompensa più alta… l’errore potrebbe costarti molto caro!

Per fortuna, la differenza fra il mercato immobiliare e i giochi in TV è che nel nostro mestiere non ci affidiamo al caso: le valutazioni e le previsioni future non sono ovviamente a prova di errore – non sarebbe possibile – ma si basano su numeri analizzati ad ampio raggio, come quelli del grafico più sopra.

In base ai movimenti così incerti e fluttuanti del mercato nei primi mesi del 2016, c’è una concreta probabilità che se rifiuti, per esempio, una proposta d’acquisto a 220mila euro oggi, potresti doverne accettare una a 210mila euro fra qualche mese.

Se stai per vendere la tua casa e la proposta d’acquisto che hai ricevuto non ti soddisfa, prima di rifiutarla pensaci bene….

L’instabilità del mercato potrebbe giocarti un brutto scherzo!

C’è un’altra variabile che devi considerare per vendere casa al giusto prezzo: il tempo.

I tempi della compravendita si stanno allungando sempre di più, e questo dipende non soltanto dalla crisi, ma anche da come molte agenzie immobiliari lavorano sul proprio portafoglio, cioè male.

Accettano commesse a volontà per pescare nel mucchio ma le curano poco, e succede così che la tua casa finisca nel dimenticatoio.

C’è più di un buon motivo, invece, per conferire un incarico di vendita ad agenti che hanno deciso di cambiare radicalmente la filosofia del mercato e oggi si occupano di offrire agli acquirenti servizi innovativi come TrovaCasaPlus+, per esempio.

Se infatti il nostro impegno è quello di individuare per il compratore il giusto immobile entro 60 giorni, puoi stare certo che lavoriamo in tempi rapidi e con clienti selezionati che cercano perché sanno ciò che vogliono.

In conclusione: non sempre accettare un’offerta più bassa delle tue aspettative è un errore, anzi in molti casi è proprio la cosa giusta da fare.

Per non sbagliare e non far prendere polvere al tuo immobile affidati a un agente immobiliare serio che ti metta in comunicazione con clienti pronti all’acquisto!

Per vendere casa non volare troppo alto…mira giusto con clienti che siano pronti all’acquisto!

Buona vendita e alla prossima!

Alessio Salvi

PS: Se desideri una valutazione specifica di mercato (VSM) seria e completamente gratuita per vendere casa, lasciami un commento qui sotto o contattami senza nessun impegno al 3937464374



2 thoughts on “Prima di rifiutare una proposta di acquisto pensaci bene, ecco perchè…

  • Maurizio
    on 25 Aprile 2018

    Verissimo. Mi è capitato l anno scorso. Ho avuto una proposta più bassa delle mie aspettative e non l ho accettata! Quanto mai… Alla fine l ho venduta ad un prezzo ancora più basso! Il periodo è quello che è…riuscire a vendere è già un ottima cosa!!!

    • Grazie Maurizio per aver commentato l’articolo. Purtroppo siamo stati abituati negli anni del boom dell’edilizia a un continuo aumento dei prezzi che era praticamente insostenibile e che ha portato poi a un costante e continuo calo dei prezzi negli ultimi 8-9 anni. Oggi il mercato è ribassista e un aumento dei prezzi è praticamente un’utopia.

Rispondi

x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online. Accettando l'accettazione dei cookie in conformità con la nostra politica sui cookie.